La condropatia femoro rotulea: la guida definitiva

Oggi vi propongo la guida definitiva alla condropatia femoro rotulea

La condropatia femoro rotulea, tecnicamente definita “patellae chondromalacia”, è la causa più comune di dolore cronico al ginocchio. La condizione si sviluppa a causa di rammollimento della cartilagine sotto la rotula, con conseguente formazione di piccole aree di ripartizione e comparsa di dolore al ginocchio. Invece di scivolare uniformemente sopra il ginocchio, la rotula strofina contro l’osso della coscia (femore) quando il ginocchio viene mosso. Le gravità della condropatia può variare da lieve fino a completa erosione della cartilagine. Questo processo è talvolta indicato come la sindrome femoro-rotulea.

condropatia femoro rotulea

rotula lateralizzata che porta ad una condropatia femoro rotulea

 

Quali sono le cause della condropatia femoro-rotulea?

I pazienti con condromalacia rotula hanno frequentemente un “tracking” rotuleo anomalo, direzionato verso la parte esterna e laterale del femore. Questo percorso un po’ anomalo porta la superficie inferiore della rotula a “grattare” lungo il femore, causando infiammazione cronica e dolore.

artrosi femoro rotulea

Visuale della zona dove si sviluppa la condropatia femoro rotulea

La condropatia femoro rotulea si verifica comunemente nel sesso femminile. Le ragazze nei loro anni sono a rischio elevato a causa della conformazione anatomica del ginocchio che predispone a questo tipo di problematiche, in quanto la cartilagine del ginocchio è sottoposta ad una eccessiva e irregolare pressione a causa dei cambiamenti strutturali che accompagnano la crescita rapida. La condropatia può verificarsi anche in adulti oltre i 40 anni, come parte del processo di usura e lacerazione che alla fine porta alla osteoartrosi del ginocchio. Altri fattori che possono portare ad avere una condropatia includono traumi, uso eccessivo, o forze anomale sul ginocchio. Può svilupparsi in sciatori, corridori, ciclisti e giocatori di calcio, soprattutto se nei pazienti con ginocchio valgo o piedi piatti.

Quali sono i sintomi e segni della condropatia femoro rotulea?

I sintomi di condropatia rotulea sono generalmente un vago disagio nella parte anteriore e interna del ginocchio, aggravato da attività particolari quali correre, saltare, salire o scendere le scale o una prolungata posizione seduta con le ginocchia in una posizione moderatamente piegata. Alcuni pazienti possono anche avere un vago senso di “tenuta” o “pienezza” nella zona del ginocchio. Di tanto in tanto, se i sintomi cronici sono ignorati, oltre ad una evidente riduzione della massa del muscolo quadricipite, può anche verificarsi lieve gonfiore della zona del ginocchio.
Il dolore da condropatia si verifica nella parte anteriore o all’interno del ginocchio. Il dolore è generalmente peggiore durante lo svolgimento di attività come correre, saltare, usare le scale, o stare in ginocchio. Il dolore è anche in genere peggiore dopo essere stati per un periodo prolungato seduti con le ginocchia piegate.

 

Come viene diagnosticata la condropatia femoro rotulea?

La condropatia rotulea si sospetta in una persona con dolore anteriore al ginocchio, soprattutto nelle femmine adolescenti o giovani adulti. Con una compressione manuale della rotula mentre il muscolo quadricipite viene contratto, ci può essere dolore. Questo è denominato “shrug” segno positivo. Tendenzialmente non vi sono gonfiori e versamenti evidenti del ginocchio.
Le radiografie del ginocchio sono generalmente normali nella condropatia ma possono presentare un leggero spostamento della rotula nella proiezione in assiale. (Anche se avete sintomi compatibili con condropatia femoro rotulea, il medico può ancora ordinare una radiografia per escludere altre ragioni per il vostro dolore al ginocchio.) Una diagnosi di certezza può essere fatta con una Risonanza Magnetica nucleare dove spesso si osserverà una lateralizzazione della rotula, la sofferenza della cartilagine, e spesso soprattutto nelle fasi acute, un edema osseo sia della rotula che della troclea femorale. Molto utile è in alcuni casi al Tomografia Assiale Computerizzata per la valutazione del maltracking rotuleo e la misurazione della distanza TA – GT (tuberosità anteriore-gola trocleare).

lateralizzazione rotula

radiologia rotula

 

Condropatia femoro rotulea: rimedi

I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), quali ibuprofene o naprossene sono spesso prescritti sia per alleviare il dolore, che per ridurre i processi infiammatori cronici che aumentano il danno strutturale. In alternativa possono essere anche utilizzati i COX-2 (es. etoricoxib).
Molto utili sono anche i condroprotettori, che andranno a nutrire e a contrastare la degenerazione cartilaginea. Una adeguata terapia con i condroprotettori diminuirà significativamente la sintomatologia nelle forme poco o mediamente gravi.

Ci sono vari condroprotettori in giro. Un’ottima scelta con ottimo rapporto qualità/prezzo è il Condro24:
condroprotettori per femore-rotulea

Lo trovi qui. L’ideale di assunzione è una compressa al giorno per tre mesi. Il ciclo è ripetibile 2 o 3 volte l’anno.

Condropatia femoro rotulea: gli esercizi e la fisioterapia

l’articolo continua alla pagina successiva

Author: Bloggerbone

...Come spesso accade, dal caso nasce l'idea....

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi