L’artroscopia di ginocchio: cosa c’è da sapere

L’Artroscopia di ginocchio è un intervento chirurgico poco invasivo con cui possono essere riparate e/o asportate alcune lesioni del ginocchio.

L’artroscopia è nata negli anni ’60, ma solo negli ultimi 20-25 anni è diventata un intervento di routine in tutto il mondo. Di solito, viene eseguita da chirurghi ortopedici in ambiente ambulatoriale. Quando eseguita in ambito ambulatoriale, i pazienti di solito vengono dimessi e mandati a casa lo stesso giorno dell’intervento (intervento in day-surgery o day-service)

L’artroscopia consiste semplicemente nell’inserire l’artroscopio e altri strumenti utili ad eseguire l’intervento, attraverso 2 piccoli accessi anteriori al ginocchio. L’artroscopio è collegato ad una videocamera e l’interno dell’rticolazione viene quindi proiettata su un monitor televisivo. Ad esempio, il ginocchio viene esaminato con una artroscopio che è di circa 5 millimetri di diametro (ci sono artroscopi fino a 0,5 millimetri di diametro per esaminare piccole articolazioni quali il polso).

Ci sono una serie di procedure chirurgiche che si possono effettuare con l’artroscopia. Se una procedura può essere eseguita in artroscopia anziché mediante tecniche chirurgiche tradizionali, di solito provoca meno traumi ai tessuti, può causare meno dolore, e può favorire un recupero molto più rapido.

In quali problematiche possiamo considerare un intervento chirurgico in artroscopia?

L’artroscopia può essere utile nella diagnosi e nel trattamento di molti tipi di patologie, sia infiammatorie che non infiammatorie, traumatiche, infettive e di artrite e varie lesioni all’interno dell’articolazione.

I primi casi in cui fu utilizzata l’artroscopia di ginocchio furono i casi di artrosi (gonartrosi). Attualmente vengono usate nuove procedure soprattutto nei pazienti giovani in cui vengono inserite in artroscopia delle pasticche cartilaginee per lesioni isolate della cartilagine . Le cellule cartilaginee vengono raccolte e coltivate in laboratorio e vengono inserite poi con una artroscopia.

In casi di artrite artroscopia ginocchioinfiammatoria, come l’artrite reumatoide, i pazienti con isolati gonfiori articolari cronici a volte possono beneficiare di una rimozione artroscopica del tessuto articolazione infiammato (sinoviectomia). Il tessuto di rivestimento dell’articolazione (la sinovia) può esserre asportata e sottoposta a biopsia per determinare la causa della infiammazione e scoprire le infezioni, come la tubercolosi. L’artroscopia di ginocchio può fornire ulteriori informazioni in situazioni che non possono essere diagnosticate semplicemente aspirando con un ago e analizzando il liquido articolare.

La lesione più comune per cui può essere utilizzata l’artroscopia di ginocchio è la lesione del menisco (menisco rotto). La maggior parte delle artroscopie vengono effettuate per l’asportazione di un menisco rotto.

Infine, i tessuti liberi, come frammenti ossei o di cartilagine, o corpi estranei, come le spine delle piante o aghi, che per qualche motivo finiscono all’interno dell’articolazione, possono essere rimossi con un’artroscopia.

 

Cosa viene fatto per prepararsi all’artroscopia?

L’articolo continua alla pagina successiva

Author: Bloggerbone

...Come spesso accade, dal caso nasce l'idea....

Share This Post On

1 Comment

  1. Cosa mi consiglia ? Non riesco piu a camminare , a lavorare ..non ho piu nessuna stabilita sul ginocchio , mentre cammino mi sfugge e cado giu .

    Post a Reply

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi