Proteina c reattiva

Molti  si chiedono cosa è la proteina c reattiva (PCR), e perché è molto importante il suo aumento nell’organismo, e cosa può voler dire avere la proteina c reattiva alta.

Proteina c-reattiva : che cosa è

La proteina c-reattiva (PCR) è una proteina comunemente presente nell’organismo umano, che viene sintetizzata a livello epatico dalle cellule epatiche. Altri nomi per Proteina C-reattiva sono: alta sensibilità-proteina C-reattiva (in inglese hs-CRP) e ultra-sensibile proteina C-reattiva (in inglese us-CRP). PCR è l’abbreviazione usata in Italia.

La proteina c reattiva è una opsonina della classe delle proteine pentameriche, con il compito di legare la fosforilcolina, consentendo l’attivazione della via classica del complemento.

E’ normalmente presente nel circolo ematico e rilevabile con i comuni esami di laboratorio. Il suo aumento si può ritrovare in moltissime malattie, oltre che nella fase acuta di infezione, oltre che nei giorni successivi ad un intervento chirurgico. In generale, se la proteina c reattiva è alta vuol dire che l’organismo è stato sottoposto a delle sollecitazioni di varia natura e di varia importanza. La problematica, è che la proteina c reattiva (comunemente chiamata pcr) non dà indicazioni di solito sulla causa che ha portato al suo aumento. Il suo aumento di solito si può riscontrare già dopo alcune ore dalla causa scatenante.

Il suo compito quindi lo si può sintetizzare in una specie di “segnale di allarme”, su qualcosa che non va per il verso giusto all’interno del nostro organismo. Seguire il suo decorso può essere utile una volta fatta la diagnosi ed impostata la terapia, perché ci farà capire se stiamo curando bene il problema (e in questo caso i valori di per scenderanno), oppure se le nostre cure non stanno sortendo l’effetto desiderato, i valori rimarranno elevati o addirittura aumenteranno).

proteina-c-reattiva pcr

La prima scoperta di questa proteina come marcatore del sangue risale agli inizi degli anni 30; fu isolata per la prima vota  da Fracis e Tillet, su pazienti affetti da polmonite pneumococcica. Deve il suo nome come derivato dall’antigene polisaccaridi C dello pneumococco a cui questa proteina reagisce in maniera esagerata durante il decorso della malattia.

Proteina c-reattiva: i valori nel sangue

La proteina c-reattiva (pcr) la troviamo normalmente nel sangue a concentrazioni molto basse, di solito sotto i 10 mg/l. La sua concentrazione, tuttavia, in caso di infiammazione o malattia acuta, può aumentare fino a 1000 volte la sua concentrazione iniziale.

Proteina c-reattiva alta: i sintomi, cosa vuol dire e cosa significa

Non vi è una sintomatologia specifica quando si ha la pcr proteina c reattiva alta, il soggetto anzi può tranquillamente essere asintomatico. E’ però dimostrato che vi sono una serie di sintomi più probabili quando di hanno valori alti

sensazione di astenia, facile affaticabilità
cute tumefatta e lucida e/o arrossata
modica difficoltà nella respirazione, difficoltà nell’eseguire sforzi/prove fisiche
dolori articolari senza sforzi o esercizi fisici
febbricola;
inappetenza

lieve rialzo febbrile

 

Qual’è la causa della Proteina c-reattiva alta

I livelli di proteina c-reattiva aumentano significativamente in caso di:

infiammazioni o infezioni dell’apparato gastrointestinale
infezioni dell’organismo, siano esse di origine virale che batterica
interventi chirurgici: soprattutto in casso di interventi di natura ortopedica, la proteina c reattiva è un ottimo indicatore per essere sicuri che l’infiammazione “normale” che si sviluppa nella fase pre operatoria, stia rientrando nella norma
malattie reumatologiche/autoimmunitarie: tutte le malattie autoimmuni nella fase acuta presentano innalzamento dei valori della pcr.
la maggiorparte dei tumori maligni
malattia dele coronarie
infarto cardiaco
malattie infiammatorie croniche, es. rettocolite ulcerosa
pancreatiche, sia acuta che cronica ;
la polimialgia reumatica;
sepsi o setticemia;
ustioni.
I valori ematici della proteina c reattiva non sono elevati solo nelle malattie infiammatorie e nelle infezioni. possono innalzarsi infatti anche nell’immediatezza dell’insorgenza di nuove patologie. il valore quindi, associato ad altri valori ematici, può servire da screening ed essere predittivo per la futura insorgenza di problematiche, es, cardiovascolari.

I livelli ematici della proteina C reattiva sono stati valutati nei pazienti affetti da ipertensione arteriosa polmonare e ipertensione tromboembolica cronica ed è stato dimostrato che i valori in questi pazienti sono mediamente aumentati rispetto al gruppo-controllo. Questi stessi pazienti, che mostravano valori di per superiori a 5 mg/L, avevano un tasso di sopravvivenza a distanza significativamente più basso.

Uno studio randomizzato seguito su circa 15.000 uomini adulti e sani, ha dimostrato che la proteina C-reattiva alta è stata associata ad un rischio di attacco cardiaco che era tre volte superiore alla media.

Il colesterolo alto è un fattore di rischio più comunemente citato. Inoltre, alti valori o innalzamenti anomali della proteina C-reattiva (hs-CRP) sono associati al diabete di tipo 2.

E’ stato inoltre dimostrato l’accumulo della proteina c reattiva a livello delle placche ateromasiche di grasso del tipo LDL, che si formano nelle arterie.

 

E’ importante inoltre capire che un lieve rialzo, essendo una valore specifico, può essere del tutto trascurabile, soprattuto se transitorio, e non deve essere per forza fine di preoccupazione

pcr-proteinacreattiva

Proteina c-reattiva: quando è richiesto l’esame

L’articolo continua alla pagina successiva…

Author: Bloggerbone

...Come spesso accade, dal caso nasce l'idea....

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi