Mestruazioni abbondanti menorragia

Molte donne in età fertile soffrono di mestruazioni abbondanti (menorragia).

Sei fra queste? Niente paura!I disturbi del ciclo mestruale sono molto più frequenti di quello che si pensa al giorno d’oggi. Ma è anche vero che molto spesso è possibile trovare la soluzione più adatta al tuo caso,magari con l’aiuto di un medico ginecologo. Se sei una persona attenta sicuramente riuscirai a gestire le tue problematiche con dei piccoli accorgimenti. Per saperne di più sulle mestruazioni abbondanti (termine tecnico menorragia), ti basterà leggere questo semplice articolo.

Le mestruazioni abbondanti

La menorragia è il termine medico per periodi mestruali con sanguinamento anormalmente abbondante o prolungato. Anche se il sanguinamento mestruale abbondante è una preoccupazione comune (anche perchè può portare anemia), la maggior parte delle donne non sperimenta perdite di sangue abbastanza gravi, tali da definirsi come menorragia.

Con una menorragia, non è possibile svolgere le solite attività usuali quando si ha il ciclo mestruale perché si hanno tante perdite di sangue e crampi. Se temete il vostro ciclo perché avete un sanguinamento mestruale pesante, parlatene con il medico. Ci sono molti trattamenti efficaci per la menorragia (le mestruazioni abbondanti).

Mestruazioni abbondanti sintomi

I segni e i sintomi della menorragia possono includere:

Cambio di assorbenti o tamponi ogni ora per diverse ore consecutive al giorno
Avere bisogno di una doppia protezione sanitaria per controllare il flusso mestruale
Doversi svegliare per cambiare la protezione sanitaria durante la notte
Sanguinamento da ciclo mestruale per più di una settimana
Fuoriuscita di coaguli di sangue grandi
Limitazione delle proprie attività quotidiane a causa del forte flusso mestruale
Sintomi di anemia, come stanchezza, spossatezza o mancanza di respiro

Quando farsi visitare da un medico

Richiedere assistenza medica prima del prossimo esame pianificato se si verificano:

Sanguinamento vaginale così pesante che assorbe almeno un tampone o un tampone all’ora per più di due ore
Sanguinamento tra un ciclo e l’altro o sanguinamento vaginale irregolare
Qualsiasi sanguinamento vaginale dopo la menopausa

Le cause della menorragia

Fibromi
Polipi uterini
Polipi urinari
Adenomiomi
In alcuni casi, la causa di un sanguinamento mestruale pesante è sconosciuta, ma una serie di condizioni possono causare menorragia.

Le cause comuni includono:

Squilibrio ormonale. In un ciclo mestruale normale, un equilibrio tra gli ormoni estrogeni e il progesterone regola l’accumulo della fodera dell’utero (endometrio), che si stacca e viene espulso durante le mestruazioni. Se si verifica uno squilibrio ormonale, l’endometrio potrà svilupparsi in eccesso e alla fine si estende per via di sanguinamento mestruale pesante.

Alcune condizioni possono causare squilibri ormonali, tra cui la sindrome dell’ovaio policistico, l’obesità, la resistenza all’insulina e problemi alla tiroide.

Disfunzione delle ovaie. Se le ovaie non rilasciano un ovulo (ovulazione) durante un ciclo mestruale (anovulazione), il tuo corpo non produce il progesterone ormonale, come avverrebbe durante un normale ciclo mestruale. Ciò porta ad uno squilibrio ormonale e può provocare mestruazioni abbondanti.
Fibromi uterini. Questi tumori benigni dell’utero appaiono durante gli anni della fertilità. I fibromi uterini possono causare sanguinamento mestruale più grave del normale o prolungato.
Polipi. Le piccole e benigne escrescenze sull’endometrio dell’utero (polipi dell’utero) possono causare sanguinamento mestruale pesante o prolungato.
Adenomiosi. Questa condizione si verifica quando le ghiandole dell’endometrio si inseriscono nel muscolo uterino, spesso causando sanguinamenti pesanti e cicli mestruali dolorosi.
Dispositivo intrauterino (IUD). La menorragia è un noto effetto collaterale che si può verificare quando si utilizza un dispositivo intrauterino non ormonale per il controllo delle nascite (cosiddetta spirale). Se con la spirale si verificano delle mestruazioni abbondanti,parlarne con il proprio medico ginecologo di fiducia, in maniera da pianificare metodi anticoncezionali alternativi.
Complicanze della gravidanza. Un ciclo mestruale singolo, pesante e tardivo può essere dovuto ad un aborto spontaneo. Un’altra causa di sanguinamento grave durante la gravidanza include una posizione insolita della placenta, come una placenta bassa o placenta previa.
Cancro. Il cancro urinario e il cancro cervicale possono causare eccessivi sanguinamenti mestruali, soprattutto se si è in postmenopausa o hanno avuto un anomalo test Pap in passato.
Disturbi della coagulazione ereditari. Alcuni disturbi di sanguinamento – come la malattia di von Willebrand (una condizione in cui un importante fattore di coagulazione del sangue è carente o compromessa) o una trombocitopenia (carenza di piastrine) possono causare anormale sanguinamento mestruale.
Farmaci. Alcuni farmaci, inclusi farmaci antinfiammatori, farmaci ormonali come estrogeni e progestinici, e anticoagulanti come warfarin (Coumadin) o enoxaparina , possono contribuire ad un sanguinamento mestruale abbondante o prolungato.
Altre condizioni mediche. Un certo numero di altre condizioni mediche, compresa la malattia del fegato o del rene, possono essere associate a menorragia.

Fattori di rischio

I fattori di rischio variano a seconda dell’età e se si hanno altre condizioni mediche che potrebbero spiegare la vostra menorragia. In un ciclo mestruale normale, il rilascio di un uovo dalle ovaie stimola la produzione del progesterone, l’ormone femminile più responsabile per mantenere regolari i periodi mestruali. Quando nessun uovo viene rilasciato, il progesterone insufficiente può causare sanguinamento mestruale pesante.

La menorragia nelle ragazze adolescenti è in genere dovuta all’anovulazione. Le ragazze adolescenti sono particolarmente inclini a cicli anovulatori nel primo anno dopo il loro primo periodo mestruale (menarca).

Le mestruazioni abbondanti nelle donne anziane in età riproduttiva sono in genere dovute alle patologie uterine, inclusi i fibromi, i polipi e gli adenomiomi. Tuttavia, altri problemi, come il cancro uterino, i disturbi emorragici, gli effetti collaterali di alcuni farmaci e malattie del fegato o del rene devono essere presi in considerazione come possibili cause.

Complicazioni delle mestruazioni abbondanti

Il sanguinamento mestruale eccessivo o prolungato può portare ad altre condizioni mediche, tra cui:

Anemia. La menorragia può causare anemia, da riduzione del numero di globuli rossi circolanti. Il numero di globuli rossi circolanti è misurato dall’emoglobina, una proteina che consente alle cellule del sangue di trasportare ossigeno nei tessuti.

L’anemia da carenza di ferro si verifica quando il tuo corpo cerca di compensare le perdite di globuli rossi usando i tuoi depositi di ferro per produrre più emoglobina che può portare ossigeno alle cellule del sangue. La menorragia può diminuire i livelli di ferro sufficienti e aumentare il rischio di anemia da carenza di ferro.

Segni e sintomi includono pelle pallida, debolezza e stanchezza. Anche se la dieta svolge un ruolo nell’anemia di carenza di ferro, il problema è aggravato da cicli mestruali abbondanti.

Dolore intenso. Insieme a sanguinamento mestruale abbondante, si potrebbero avere dolori intensi da crampi mestruali (dismenorrea). A volte i crampi associati con la menorragia sono abbastanza severi da richiedere una valutazione medica.

Mestruazioni abbondanti: diagnosi

Il medico probabilmente chiederà la tua storia medica e cicli mestruali. Potrebbe essere richiesto di tenere un diario di sanguinamenti e di giorni non abbonati, incluse le note su come è pesante il tuo flusso e la quantità di protezione sanitaria necessaria per controllarla.

Il medico effettuerà un esame fisico e può raccomandare uno o più test o procedure come:

Analisi del sangue. Un campione di sangue può essere valutato per carenza di ferro (anemia) e altre condizioni, come disturbi della tiroide o anomalie di coagulazione del sangue.
Pap test. In questo test, le cellule della tua cervice vengono raccolti e testati per infezioni, infiammazioni o cambiamenti che possono essere cancerosi o possono portare a un cancro.
Biopsia endometriale. Il medico può prendere un campione di tessuto dall’interno del tuo utero per essere esaminato da un patologo.
Ecografia. Questo metodo di imaging utilizza le onde sonore per produrre immagini del tuo utero, delle ovaie e del bacino.
Sulla base dei risultati dei primi test, il medico può raccomandare ulteriori analisi, tra cui:

Sonoisterografia. Durante questa prova, un liquido viene iniettato attraverso un tubo nell’utero attraverso la vagina e la cervice. Il tuo medico usa ultrasuoni per cercare problemi nel rivestimento del tuo utero.
Isteroscopia. Questo esame prevede l’inserimento di un sottile strumento illuminato attraverso la vagina e la cervice nell’utero, che consente al medico di vedere l’interno dell’utero.
I medici possono essere sicuri di una diagnosi di menorragia solo dopo aver escluso altri disturbi mestruali, condizioni mediche o farmaci come possibili cause o aggravamenti di questa condizione.

mestruazioni abbondanti

Menorragia: Trattamento

Il trattamento specifico per le mestruazioni abbondanti si basa su una serie di fattori, tra cui:

La tua salute generale e la storia medica
La causa e la gravità della condizione
La tua tolleranza per farmaci specifici, procedure o terapie
I vostri futuri piani di maternità
Gli effetti della condizione attuale sul tuo stile di vita
La tua opinione o preferenze personali
Farmaci

La terapia medica per le mestruazioni abbondanti può includere:

Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS): ibuprofene o naprossene, aiutano a ridurre la perdita di sangue mestruale. I FANS hanno il vantaggio aggiuntivo di alleviare dolori crampi mestruali (dismenorrea).
Acido tranexamico. L’acido tranexamico aiuta a ridurre la perdita di sangue mestruale e deve essere presa solo al momento del sanguinamento.
Contraccettivi orali. Oltre a fornire il controllo delle nascite, i contraccettivi orali possono aiutare a regolare i cicli mestruali e ridurre gli episodi di sanguinamento mestruale eccessivo o prolungato.
Progesterone orale. Il progesterone ormonale può contribuire a correggere lo squilibrio ormonale e ridurre la menorragia.
IUD ormonale (dispositivo intra uterino). Questo dispositivo intrauterino rilascia un tipo di progesterone chiamato levonorgestrel, che rende l’epitelio dell’utero sottile e diminuisce il flusso sanguigno mestruale e il crampi.
Se si dispone di una menorragia dovuta all’assunzione di farmaci a base di ormoni, il medico si occuperàdi risolvere il problema cambiando o sostituendo il farmaco.

Se si ha una anemia dovuta alle mestruazioni abbondanti, il medico può raccomandare di assumere regolarmente i supplementi di ferro. Se i livelli di ferro sono bassi, ma non si è ancora anemici, potrebbe essere utile cominciare preventivamente una integrazione di ferro tramite integratori, prima di arrivare ad una condizione di anemia vera e propria.

 

Mestruazioni abbondanti: quali procedure?

Liberazione di agenti embolici
Embolizzazione dell’arteria uterina
Chirurgia ad ultrasuoni focalizzata per il trattamento dei fibromi uterini
Chirurgia ultrasuoni focalizzata
Ablazione delle radiofrequenze
Raschiamento uterino
Potrebbe essere necessario un trattamento chirurgico per la menorragia se la terapia medica non è riuscita. Le opzioni di trattamento includono:

Raschiamento uterino. In questa procedura, il medico dilata la cervice e poi graffia o aspira il tessuto dalla fodera dell’utero per ridurre il sanguinamento mestruale. Anche se questa procedura è comune e spesso tratta correttamente l’emorragia acuta o attiva, potrebbe essere necessario ripetere la procedura se la menorragia si ripete.
Embolizzazione dell’arteria uterina. Per le donne la cui menorragia è causata da fibromi, l’obiettivo di questa procedura è quello di ridurre i fibromi nell’utero bloccando le arterie uterine e tagliando la loro alimentazione sanguigna. Durante l’embolizzazione dell’arteria uterina, il chirurgo passa un catetere attraverso una grande arteria della coscia (arteria femorale) e lo guida fino alla arteria uterina, dove il vaso sanguigno viene iniettato con materiali che riducono il flusso sanguigno al fibroma.
Chirurgia ad ultrasuoni focalizzata. Simile all’embolizzazione dell’arteria uterina, la chirurgia a ultrasuoni focalizzata tratta l’emorragia causata dai fibromi riducendo i fibromi. Questa procedura utilizza onde ad ultrasuoni per distruggere il tessuto fibroso. Non ci sono incisioni necessarie per questa procedura.
Miomectomia. Questa procedura prevede la rimozione chirurgica dei fibromi uterini. A seconda delle dimensioni, del numero e dell’ubicazione dei fibromi, il chirurgo può scegliere di effettuare la miomectomia usando la chirurgia addominale aperta, oppure attraverso diverse piccole incisioni (chirurgia laparoscopica), o attraverso la vagina e la cervice (isteroscopia).
Ablazione endometriale. Questa procedura comporta la distruzione della fodera dell’utero (endometrio). La procedura utilizza un laser, una radiofrequenza o un calore applicato all’endometrio per distruggere il tessuto.

Dopo l’ablazione endometriale, la maggior parte delle donne ha cicli mestruali molto più leggeri. Però la gravidanza dopo l’ablazione endometriale ha molte complicazioni associate. Se si dispone di una ablazione endometriale, è consigliabile utilizzare una contraccezione affidabile o permanente fino alla menopausa.

Resezione endometriale. Questa procedura chirurgica utilizza un manipolo elettrochirurgico per rimuovere l’endometrio dell’utero. Sia l’ablazione endometriale che la resezione endometriale danno un beneficio significativo alle donne che soffrono di mestruazioni abbondanti. La gravidanza non è raccomandata dopo questa procedura.
Isterectomia. L’isterectomia – chirurgia per rimuovere l’utero e la cervice – è una procedura permanente che provoca sterilità e pone fine ai cicli mestruali. L’isterectomia viene eseguita in anestesia e richiede l’ospedalizzazione. L’ulteriore rimozione delle ovaie (ovariectomia bilaterale) può causare una menopausa precoce.
Molte di queste procedure chirurgiche vengono eseguite su base ambulatoriale. Anche se potrebbe essere necessario una anestesia generale, è probabile che tu possa tornare a casa il giorno successivo. Una miomectomia addominale o un’isterectomia richiede solitamente un soggiorno in ospedale.

Quando le mestruazioni abbondanti è un segno di un’altra condizione, come la malattia della tiroide, il trattamento della condizione basale di solito si traduce in cicli mestruali più leggeri.

Prepararsi per la visita ginecologica

Se i tuoi cicli sono così pesanti che limitano lo stile di vita, fissare un appuntamento con il medico ginecologo è la soluzione più opportuna.

Ecco alcune informazioni per prepararsi al meglio  all’appuntamento e cosa aspettarsi dal medico.

Per prepararsi all’appuntamento:

Chiedere se ci sono istruzioni pre-appuntamento. Il medico può chiedere di segnare i cicli mestruali in un calendario, annotando quanto durano e quanto sia grave il sanguinamento.
Scrivere i sintomi che si stanno verificando e per quanto tempo. Oltre alla frequenza e al volume dei cicli, informare il medico di altri sintomi che si verificano tipicamente intorno al periodo mestruale, come la sensibilità del seno e le sue variazioni, i crampi mestruali o il dolore pelvico.
Scrivi le informazioni personali chiave, incluse eventuali modifiche recenti o stressanti nella tua vita. Questi fattori possono influenzare il ciclo mestruale.
Fare un elenco delle informazioni mediche chiave, incluse le altre condizioni per le quali si sta trattando e i nomi di farmaci, vitamine o integratori che si stanno assumendo.
Scrivi le domande da chiedere al medico, per contribuire a sfruttare al meglio il vostro tempo insieme.

Per la menorragia, alcune domande fondamentali da chiedere al medico includono:

I miei periodi sono anormalmente pesanti?
Ho bisogno di ulteriori analisi o accertamenti ?
Quale approccio di trattamento mi consiglia?
Ci sono effetti collaterali associati a questi trattamenti?
Quali di questi trattamenti influenzeranno la mia capacità di rimanere incinta?
C’è qualche cambiamento di stile di vita che è possibile attuare per aiutare a gestire i miei sintomi?
I miei sintomi potrebbero cambiare nel tempo?
Non esitate a fare altre domande che si verificano durante l’appuntamento.

Cosa aspettarsi dal suo medico

Il medico probabilmente ti porterà alcune domande, come ad esempio:

Quando è iniziato l’ultimo ciclo mestruale?
A quale età hai iniziato la mestruazione?
Come sono cambiati i tuoi cicli nel tempo?
Avete tensione del seno o dolore pelvico durante il ciclo mestruale?
Quanti giorni dura il ciclo?
Quanto spesso hai bisogno di cambiare il tuo tampone o assorbente quando hai le mestruazioni?
Avete gravi crampi durante il tuo periodo?
Avete recentemente avuto grosse variazioni nel peso corporeo?
Siete sessualmente attivi?
Che tipo di contraccettiviusate?
Avete una storia familiare di disturbi emorragici?
I tuoi sintomi limitano la tua capacità lavorativa o di vita sociale? Ad esempio, avete mai dovuto perdere la scuola o il lavoro a causa del ciclo?
Siete in cura o siete stati recentemente in cura per altre malattie?

Cosa puoi fare nell’attesa della visita ginecologica

Mentre si aspetta l’appuntamento, controllare con i familiari se ci sono parenti a cui sono stati diagnosticati disturbi emorragici. Inoltre, iniziare a annotare quanto spesso e quanto abbondante è il ciclo nel corso di ogni mese. Per monitorare il volume di sanguinamento, contate quanti tamponi o assorbenti si usano durante un periodo mestruale medio.

 

 

Author: Bloggerbone

...Come spesso accade, dal caso nasce l'idea....

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi