Dolore alla spalla

Da alcuni giorni soffri di dolore alla spalla e non riesci a migliorare?

In effetti l’articolazione scapolo-omerale è una articolazione bellissima quanto complessa, e le problematiche ci possono essere. Spesso si tratta di un semplice affaticamento soprattutto se fai sport o qualche lavoro manuale. In questo articolo cercheremo di renderti le idee più chiare  sulle problematiche che portano un dolore alla spalla e della scapola, e delle patologie che possono interessare la cuffia dei rotatori.

Il dolore alla spalla è un problema comune con una serie di cause diverse. Spesso è un sintomo di un altro problema.

Ci sono diversi motivi per cui si potrebbe verificare un dolore alla spalla, che includono:

  • cattiva postura
  • spalla congelata – una condizione dolorosa che riduce il normale movimento dell’articolazione e può talvolta impedire il movimento in tutta la spalla
  • disordini della cuffia dei rotatori – la cuffia dei rotatori è un gruppo di muscoli e tendini che circondano l’articolazione scapolo omerale e contribuiscono a mantenerla stabile
  • instabilità delle spalle – se la spalla è instabile, può avere una lassità articolare e quindi sviluppare un movimento insolitamente ampio (ipermobilità).
  • disturbi dell’articolazione acromion clavicolare – condizioni, compresa l’artrosi che colpiscono l’articolazione acromion clavicolare, che è una piccola articolazione in cima alla spalla
  • Artrosi della articolazione scapolo omerale (omartrosi)
  • Frattura ossea di una delle componenti dell’articolazione, come una frattura dell’omero (osso del braccio superiore) o una frattura della clavicola

In alcuni casi, il dolore alla spalla non è causato da un problema nell’articolazione della spalla, ma da un problema in un’altra zona, come il collo, che si irradia nella spalla e nella parte superiore della schiena.

Trattamento del dolore alla spalla

Ci sono cose che puoi fare per curare i dolori alla spalla, incluso l’uso di antidolorifici come ibuprofene, o paracetamolo o l’applicazione di ghiaccio per ridurre l’infiammazione e alleviare il dolore. E’ importante chiaramente evitare attività che possono aggravare i sintomi.

A seconda della causa del dolore alle spalle, potrebbe essere necessario un ulteriore trattamento, come ad esempio:

  • fisioterapia
  • iniezioni locale (infiltrazione) di corticosteroidi e anestetico a scopo analgesico
  • chirurgia (in alcuni casi)

Nella maggior parte dei casi, i disturbi delle spalle migliorano nel tempo se si seguono i consigli di trattamento.

Quando vedere il tuo medico

Dovresti vedere il tuo medico di fiducia se il tuo dolore è il risultato di un infortunio, è particolarmente intenso, o non c’è alcun segno di miglioramento dopo un paio di settimane.

Il dolore alla spalla può essere un problema a lungo termine: fino a metà delle persone ancora hanno sintomi dopo 18 mesi. Una corretta diagnosi permetterà di proseguire con il trattamento più giusto.

Cause del dolore alla spalla

Il dolore alla spalla può essere causato da una lesione minore, da una cattiva postura o da una condizione di salute che porta secondariamente ad un dolore alla spalla.

Le condizioni che possono causare dolori alla spalla sono:

  • spalla congelata
  • disturbi della cuffia dei rotatori
  • instabilità delle spalle
  • disturbi delle articolazioni acromion clavicolari
  • un braccio rotto o una clavicola rotta

Spalla congelata

La spalla congelata, nota anche come capsulite adesiva, è una rigidità persistente dell’articolazione scapolo omerale che rende molto difficile eseguire l’intera gamma di movimenti fisiologici.

La spalla congelata si verifica quando si ottiene spessore, gonfiore e restringimento del tessuto muscolo-tendineo che circonda l’articolazione della spalla. Questo lascia meno spazio per l’osso del braccio superiore (omero) nella giuntura della spalla (glena) e rende rigido e doloroso il movimento.

Potrebbe essere difficile eseguire compiti quotidiani come i lavori domestici, la guida e il sonno in modo comodo. Alcune persone nella fase acuta non sono in grado di effettuare alcun movimento.

I sintomi della spalla congelata possono variare notevolmente, ma tendono ad avanzare lentamente. Di solito si sentono in tre fasi diffuse in un certo numero di mesi o anni.

Fattori di rischio per la spalla congelata

La maggior parte dei casi di spalla congelata si verifica nelle persone di età superiore ai 40 anni.

La causa esatta della spalla congelata non è pienamente compresa. Tuttavia, ci sono diversi fattori di rischio che rendono lo sviluppo della spalla congelata più probabile. Questi includono:

  • lesioni alle spalle o interventi chirurgici – mantenere il braccio e la spalla immobilizzati per lunghi periodi di tempo; per esempio, mentre ci si riprende da un infortunio al braccio o da un intervento chirurgico
  • diabete – è più probabile che sviluppi la spalla congelata se si hai il diabete, ma la ragione esatta di questo è sconosciuta
  • altre condizioni sanitarie – queste includono le malattie del cuore o dei polmoni, una tiroide iperattiva (ipertiroidismo) e la contrattura di Dupuytren (una condizione che provoca una contrattura permanente di una o più dita della mano)

Disordini della cuffia dei rotatori

La cuffia dei rotatori è il gruppo di muscoli e tendini che circondano l’articolazione delle spalle. I tendini sono i “cordoni” resistenti e gommati che collegano i muscoli alle ossa.

La cuffia dei rotatori mantiene il giunto nella posizione corretta, permettendogli di muoversi in modo controllato.

Diversi tipi di disturbi della cuffia dei rotatori possono causare sintomi diversi, ma le caratteristiche comuni includono:

  • dolore, che peggiora durante le attività che coinvolgono il braccio quando è nella posizione che si trova al di sopra della spalla – ad esempio quando si lavano i capelli
  • dolore quando si muove il braccio in un arco lontano dal corpo
  • dolore sulla parte anteriore e sul lato della spalla
  • dolore alla notte

I diversi tipi di disturbi della cuffia dei rotatori e le loro cause leggermente diverse sono spiegate di seguito.

Tendinite e borsite

La tendinite è una infiammazione (gonfiore) di un tendine. La borsite è infiammazione di una borsa. Una borsa è un piccolo sacchetto riempito di fluido che si trova solitamente sulle articolazioni e tra tendini e ossa.

La tendinite e la borsite della cuffia dei rotatori sono generalmente frutto di irritazioni e infiammazioni causate da lesioni alla spalla o uso eccessivo della spalla.

Ad esempio, queste condizioni possono influenzare qualcuno il cui lavoro comporta un sacco di sollevamenti di pesi, o un atleta che si allena in sport di lancio, come il giavellotto o il disco.

Se c’è un qualsiasi tipo di ferita alla spalla, i tendini o la borsa possono diventare infiammati. Ciò significa che c’è meno spazio all’interno dell’articolazione per i tendini e i muscoli per muoversi.

Se i tendini, i muscoli o il tessuto circostante si bloccano tra le ossa della spalla, ogni movimento ripetuto li irriterà.

Tendinite e borsite si verificano spesso insieme. Quando i tendini o la borsa sono intrappolati tra le ossa, la condizione patologica è spesso conosciuta come “sindrome di impingement”.

Se il tendine è ripetutamente schiacciato contro le ossa delle spalle, può gradualmente indebolirsi e a volte lacerarsi fino a rompersi completamente.

Dolore alla spalla da lesione tendinea

Un muscolo o tendine strappato causerà dolore e possibili debolezze nel braccio e nella spalla. Alcune persone possono anche sentire una sensazione sconvolgente quando muovono la spalla.

Le lesioni dei tendine sono più comuni nelle persone di età superiore ai 40 anni. Le lesioni che colpiscono le persone più giovani sono di solito causate da un incidente. Nelle persone anziane, le lesioni tendinee sono spesso causate da sindrome di impingement.

Si stima che circa la metà delle persone di età superiore ai 60 anni possa avere lesioni parziali o totali della cuffie dei rotatori. Questo è perché i tendini diventano più deboli quando si invecchia.

Sindrome della cuffia dei rotatori

Il termine “sindrome della cuffia dei rotatori ” è usata per descrivere qualsiasi tipo di danno ai tendini della cuffia, comprese le lesioni complete.

dolore spalla

Instabilità della spalla e dolore

L’articolazione della spalla è un giunto a sfera. La parte superiore del tuo osso del braccio superiore (omero) è la palla, che si inserisce nella presa della tua spalla.

L’instabilità della spalla si verifica quando la parte emisferica della spalla (l’omero) non si muove correttamente nella presa (glena omerale). L’instabilità può dare una sintomatologia variabile, da una sensazione di scivolamento o “cattura” nella tua spalla, ad una dislocazione completa della spalla dove l’emisfera (quindi l’omero) viene completamente fuori dalla presa (si avrà la lussazione di spalla).

I sintomi di instabilità delle spalle possono talvolta essere vaghi. Le persone con instabilità alle spalle spesso descrivono sintomi simili a quelli che hanno un “braccio morto”, come ad esempio:

  • formicolio
  • debolezza
  • intorpidimento
  • stanchezza sulla spalla
  • una sensazione di scatto, di bloccaggio o di “salto”

Se la spalla è dislocata (dove la palla è uscita dalla presa, quindi lussata), i sintomi possono includere:

  • dolore intenso
  • il braccio è visibilmente fuori posizione, con anomalia visiva e asimmetria rispetto al braccio sano
  • spasmi muscolari dove i muscoli si contraggono dolorosamente
  • movimento limitato

Tipi di instabilità delle spalle

L’instabilità della spalla può essere:

  • traumatica – la spalla viene lussata da un impatto improvviso e violento
  • atraumatica – la spalla si muove gradualmente fuori sede nel tempo

L’instabilità delle spalle è spesso il risultato di un incidente.

L’instabilità atraumatica della spalla tende a verificarsi come conseguenza di movimenti ripetuti del braccio, come il lancio o il nuoto.

L’instabilità della spalla si verifica di solito nelle persone di età inferiore ai 35 anni.

Disturbi dell’articolazione acromion clavicolare e dolore spalla

L’articolazione acromion clavicolare è l’articolazione in cima alla tua spalla (al di sopra di quellaprecedentemente descritta). I possibili disturbi dell’articolazione acromion clavicolare includono:

  • Artrosi – una condizione che porta le articolazioni a diventare dolorose e rigide ed è la causa più comune di disturbi articolari acromion clavicolari
  • Strappare o allungare i legamenti: nei legamenti articolari acromion clavicolari ci sono fasce dure di tessuto connettivo che legano due ossa insieme ad un giunto
  • Dislocazione parziale o totale (lussazione) della vostra articolazione acromioclavicolare

I sintomi del disturbo dell’articolazione acromion clavicolare includono:

  • dolore nell’articolazione
  • movimento limitato dell’articolazione
  • dolore sulla parte superiore della spalla

Se l’articolazione acromion clavicolare è dislocata (lussata), può anche apparire visibilmente fuori dalla posizione.

Fattori di rischio per disturbi articolari acromion clavicolari

I disturbi dell’articolazione acromion clavicolari sono più comuni negli uomini tra i 20 e i 50 anni.

Le persone che praticano sport di contatto come il rugby hanno un rischio aumentato di sviluppare disturbi articolari acromion clavicolari.

Sono anche più probabili, come eventi, nelle persone che sono cadute sulla spalla – ad esempio, durante un incidente da sci, o durante una corsa in motocicletta

Salute sul posto di lavoro

Il dolore alla spalla può essere causato da una cattiva postura quando si utilizza un computer o durante un lavoro manuale ripetitivo per un lungo periodo di tempo.

L’ARTICOLO CONTINUA ALLA PAGINA SUCCESSIVA

Author: Bloggerbone

...Come spesso accade, dal caso nasce l'idea....

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi