Protesi anca: la guida definitiva
Mag26

Protesi anca: la guida definitiva

Bentornati su Bloggerbone.com! Oggi viriamo come argomento sulle protesi anca. Anche oggi, per l’occasione, intervistiamo il Dottor Michele Massaro, esperto di protesi all’anca e di chirurgia mini invasiva. D:Buongiorno dottore e bentrovato R: Buongiorno a voi.   D:Cosa ci dice sulle protesi di anca? R: L’intervento di protesi anca o artroprotesi d’anca, ha vissuto una incredibile evoluzione negli ultimi decenni. Attualmente si tratta di uno degli interventi più diffusi nel mondo e più sicuri. Gli studi degli ultimi anni hanno apportato all’intervento originario una serie di migliorie, sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista tecnologico. L’intervento è estremamente efficace e risolutivo per tutte le tipologie di artrosi che possono coinvolgere l’anca. Quando parliamo di artrosi all’anca parliamo di coxartrosi. La coxartrosi primaria o primitiva è quella che insorge per processi degenerativi non influenzati da alcun altro fattore, cioè come evoluzione di un processo degenerativo articolare. Si tratta della classica artrosi, che insorgerà come sintomatologia mediamente dopo i 60 anni, provocando dolore e limitazione funzionale. La coxartrosi secondaria è invece quella che si forma in conseguenza di patologie che hanno influenzato l’articolazione provocandone dei danni. Le patologie più diffuse e che possono causare una coxartrosi secondaria: – displasia dell’anca; – necrosi asettica della testa del femore; – artrite reumatoide – artrite psoriasica con coinvolgimento articolare – esiti di trauma, come nelle fratture del femore o nelle fratture di acetabolo (in questi casi parleremo di artrosi post-traumatica).   D: Ci dice qualcosa in più sulle patologie principali che portano ad una artrosi all’anca e quindi alla protesi anca? R: Le condizioni che possono danneggiare l’articolazione dell’anca , e che a volte necessitano di un intervento chirurgico di sostituzione protesica dell’anca, comprendono: Coxartrosi: Comunemente nota come artrite, usura e lacerazione della cartilagine, i danni nell’artrosi coinvolgono principalmente la cartilagine liscia che ricopre le estremità delle ossa e aiuta le articolazioni muoversi agevolmente. Artrite reumatoide: è una patologia causata da un sistema immunitario iperattivo , l’artrite reumatoide produce un tipo di infiammazione che può erodere osso e la cartilagine e deformare le articolazioni. L’osteonecrosi della testa femorale: se non vi è sufficiente apporto di sangue (o questo viene interrotto) alla testa del femore, la cartilagine e l’osso sottostante possono crollare e deformarsi. L’intervento di protesi all’anca è da prendere in considerazione se il dolore all’anca: -Diventa persistente persistente, nonostante l’assunzione di antidolorifici -Il dolore peggiora con camminare , anche se ci si aiuta con un bastone o un deambulatore -Interferisce con il sonno -Colpisce la normale capacità di salire o scendere le scale -Rende difficile alzarsi da una posizione seduta.   D: In cosa consiste l’intervento e come è fatta...

Read More

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi